mercoledì 12 febbraio 2020

Ultima edizione


Clicca per prenotare
Sabato 15  febbraio l'Ultimo Giorno andrà in scena per l'ultima volta.
Presso l'Arteficio, il centro artistico e culturale nato nel maggio del 2017 e operante per la divulgazione delle arti come strumento di integrazione sociale e culturale ove si esibiscono numerosi musicisti e attori, pittori e artisti di grande talento, andrà in scena il nostro reading nell'edizione conclusiva.

Con me sul palco ci saranno Vita Respina che intepreterà il ruolo di una donna ferita ma non vinta, Sasca Malabaila che canterà versioni acustiche di brani di Simon & Garfunkel, Elton John, Diana Krall e Mercedes Sosa e Mauro Legovich cui sarà affidato l'accompagnamento musicale al testo con il suo magico sassofono e il flauto traverso. Le scenografie sono affidate a Maura Scalenghe i cui quadri dipinti apposta sono proiettati sullo sfondo e Moreno Stefanini che curerà come al solito la regia luci e audio.

L'avventura de "L'ultimo giorno" cominciò il 10 novembre 2018 presso il Teatrino Ridò di via Guglielminetti, proseguì presso il Piccolo Teatro Comico di via Mombarcaro il 24 marzo 2019 per approdare al Teatro Dravelli di Moncalieri il 25 ottobre scorso. Ad ogni edizione è cambiato qualcosa: la prima fu la lettura del romanzo solo da parte mia come autore e regista dello spettacolo, nella seconda edizione riscrissi il testo dall'imperfetto al presente indicativo, la terza edizione fu caratterizzata dall'ingresso nel cast di Vita Respina che curò il ruolo femminile ed infine sabato 15 febbraio giunge Mauro Legovich con il supporto musicale affidato al sax contralto e al flauto traverso.

Non sono previste ulteriori rappresentazioni dell'evento anche se nulla è definitivo nel teatro. Abbiamo incontrato un pubblico che tutte le volte ha espresso la sua approvazione per un format, quello della lettura interpretativa, che non gode di un'ampia diffusione purtroppo.

A questo pubblico e a quello di sabato 15 febbraio va il nostro grazie e il mio in particolare, mai avrei immaginato nell'estate 2011, quando scrissi il romanzo breve a puntate su Facebook, di portarlo sul palcoscenico ottenendo unanimi consensi.

Ci vedremo di nuovo in scena con altre idee e nuovi progetti.
A presto

Giuseppe Izzinosa

Nessun commento:

Posta un commento